Richiedi un suggerimento

Chiarofiore Tunia

Nuovo vino

19,00 €

4 diverse vendemmie, la prima, all’inizio di settembre: il Trebbiano non è ancora perfettamente maturo, per ottenere un vino con un’elevata acidità. La fermentazione senza contatto con le bucce.
La seconda, intorno al 10 settembre: Vermentino raccolto a perfetta maturazione. Fermentazione con le bucce per circa una settimana.
La terza, a fine settembre: Trebbiano a completa maturazione. Fermentazione con le bucce.
La quarta è una vendemmia tardiva fatta i primi di novembre: viene raccolta l’ultima porzione di Trebbiano. In questa fase i grappoli sono leggermente appassiti ed una parte di essi è stata attaccata dalla muffa nobile
Queste quattro parti vengono vinificate separatamente, tutte in contenitori di acciaio, fermentazioni spontanee.
L'affinamento avviene in acciaio sulle fecce fini per 12 mesi, poi in bottiglia per altri 6 mesi. 7500 bottiglie prodotte.

CANTINA: Tunia

FORMATO: 75 Cl

VITIGNI: Trebbiano-Vermentino

GRADO ALCOLICO: 11,5%

Altri dettagli

Aggiungi alla lista dei desideri

Tunia
Tunia

CantinaTunia
DenominazioneChiarofiore Tunia
VitigniTrebbiano-Vermentino
Grado Alcolico11,5%
Formato75 Cl
Temperatura servizio15%
Struttura+ + +
Filosofia produttivaBiodinamico
Personalità naturaleNNN

TEMPERATURA DI SERVIZIO CONSIGLIATA: Le temperature indicate tengono conto delle caratteristiche del singolo vino e della specifica filosofia produttiva per permettere di valorizzarne al massimo le qualità gusto-olfattive.

STRUTTURA: La struttura dei vini è declinata su una scala da 1+ a 5+ dal meno strutturato al più strutturato e in base alla specifica categoria dei diversi vini. La struttura di un vino prescinde dal suo grado alcoolico e si basa sulla consistenza e persistenza del vino che ne determinano la capacità di abbinarsi a cibi di pari struttura (in linea di massima un vino meno strutturato si abbina a cibi meno complessi e saporiti mentre un vino di maggior struttura si abbina a piatti più intensi e consistenti).

FILOSOFIE PRODUTTIVE:

Biodinamico: Vini prodotti seguendo i principi della biodinamica, dettati da Rudolf Steiner, che oltre ad allontanare completamente la chimica e a ridurre al minimo l'uso di macchinari, si basa sul rispetto del corso della natura, in particolare delle fasi lunari, e delle sue risorse, oltre che sull'utilizzo di preparati biodinamici in determinate fasi dell'anno. Nessun intervento di chiarifica o filtrazione , nessun utilizzo di lieviti selezionati.

Naturale: Vini prodotti con utilizzo più ridotto possibile di chimica sia in vigna che in cantina, senza manipolazioni o aggiunte da parte dell’uomo di lieviti selezionati, nessuna chiarifica né filtrazione.

Biologico: Vini prodotti solo con uve coltivate con metodi di agricoltura biologici secondo il relativo disciplinare. In cantina è permesso l’utilizzo di molte sostanze e tecniche non ammesse dalle due tipologie precedenti.

Convenzionale: Vini prodotti con utilizzo di sostanze chimiche, enologicamente permesse, sia in vigna che in cantina e con moderne tecniche enologiche.

PERSONALITA’ NATURALE: I vini sono stati classificati con una scala da 1N a 3N sulla base di quanto le loro caratteristiche organolettiche si discostano da quelle che normalmente si ritrovano nei vini convenzionali. Un vino, anche se biodinamico, classificato N non presenta caratteristiche dissimili da un vino convenzionale a livello gusto-olfattivo. Un vino classificato NNN esprime la scelta del produttore di enfatizzare determinate caratteristiche che sono per lui espressione del proprio terroir e del proprio stile produttivo naturale.

altri vini della stessa categoria: