Richiedi un suggerimento

Lista di vini di Lino Maga

Il Barbacarlo viene prodotto in una collina ben delimitata denominata in catasto appunto "Barbacarlo". Qui crescono da anni vitigni di Croatina, Uva Rara e Vespolina miscelati in tradizionale proporzione. La collina Barbacarlo è da sempre proprietà dei Maga. Il terreno è tufoso e impervio, con una esposiozione a sud-ovest che gli permette di ricevere il sole tutto il giorno. Le lavorazioni in vigna vengono ancora effettuate manualmente e non vengono usati diserbanti o prodotti chimici di ogni genere. La produzione è limitata e varia di anno in anno, ma in genere è quantitativamente scarsa. La raccolta viene effettuata con un'attenta selezione dei grappoli. In cantina l'uva viene pigiata e fatta fermentare con macerazione in vecchie botti di rovere. La svinatura avviene dopo 7 - 8 giorni circa e successivamente si effettuano periodici travasi per la decantazione naturale. Ad Aprile - Maggio si procede all'imbottigliamento e le nuove bottiglie vengono lasciate orizzontali 40 giorni poi raddrizzate in verticale e messe in vendita dopo 4 mesi. Il Barbacarlo essendo completamente naturale e non lavorato, presenta il cosidetto fondo per questo si consiglia di non agitare la bottiglia prima di stapparlo e berlo. Ogni anno la natura gli dà la propria impronta madre per cui ogni annata porta un particolare carisma. La vivace schiuma è una sua inderogabile proprietà in quanto imbottigliato per tradizione subito ad Aprile - Maggio successivo alla vendemmia. Per quanto riguarda l'invecchiamento il Barbacarlo può durare anche 30 anni. Per quanto riguarda l'abbinamento, si consiglia di essere in due: "la bottiglia e chi la beve.



310.jpg




Il Barbacarlo viene prodotto in una collina ben delimitata denominata in catasto appunto "Barbacarlo". Qui crescono da anni vitigni di Croatina, Uva Rara e Vespolina miscelati in tradizionale proporzione. La collina Barbacarlo è da sempre proprietà dei Maga. Il terreno è tufoso e impervio, con una esposizione a sud-ovest che gli permette di ricevere il sole tutto il giorno. Le lavorazioni in vigna vengono ancora effettuate manualmente e non vengono usati diserbanti o prodotti chimici di ogni genere. La produzione è limitata e varia di anno in anno, ma in genere è quantitativamente scarsa. La raccolta viene effettuata con un'attenta selezione dei grappoli. In cantina l'uva viene pigiata e fatta fermentare con macerazione in vecchie botti di rovere. La svinatura avviene dopo 7 - 8 giorni circa e successivamente si effettuano periodici travasi per la decantazione naturale. Ad Aprile - Maggio si procede all'imbottigliamento e le nuove bottiglie vengono lasciate orizzontali 40 giorni poi raddrizzate in verticale e messe in vendita dopo 4 mesi. Il Barbacarlo essendo completamente naturale e non lavorato, presenta il cosiddetto fondo per questo si consiglia di non agitare la bottiglia prima di stapparlo e berlo. Ogni anno la natura gli dà la propria impronta madre per cui ogni annata porta un particolare carisma. La vivace schiuma è una sua inderogabile proprietà in quanto imbottigliato per tradizione subito ad Aprile - Maggio successivo alla vendemmia. Per quanto riguarda l'invecchiamento il Barbacarlo può durare anche 30 anni. Per quanto riguarda l'abbinamento, si consiglia di essere in due: "la bottiglia e chi la beve. 



 






Altro
Mostrando 1 - 4 di 4 elementi
Mostrando 1 - 4 di 4 elementi