Testalonga, passato, presente e futuro del Rossese di Dolceacqua

del 21.10.2019

La Liguria, terra che amiamo tanto non solo per i suoi panorami mozzafiato che danno sul mare ma anche per la bellezza del suo entroterra dove la produzione vitivinicola è difficile per la presenza di molte zone montuose ma dove piccoli vignaioli, con dedizione e duro lavoro, producono vini di altissima qualità.

Giovedì 7 Novembre vi porteremo alla scoperta di una piccola zona della riviera di Ponente, Dolceacqua.

Qui Nino Perrino, vero precursore e artigiano incomincia a raccogliere le uve dei suoi vigneti dal 1961 aiutando i suoi genitori. Poi la nipote Erica decidendo di cambiare vita inizia ad aiutarlo e a seguire tutta la produzione accanto allo zio.

Nino "Testalonga" Perrino ha mantenuto inalterate la sua visione ed il suo modo di lavorare: cura delle sue vecchie viti solo ed esclusivamente a mano, trattamenti solo in zolfo in polvere, pigiatura delle uve intere con i piedi (con tutti i raspi), fermentazioni spontanee senza controllo della temperatura e sosta per almeno 1 anno dei vini in vecchie botti da 500 litri prima dell'imbottigliamento. Nessuna tecnologia, nessun protocollo, nessun disciplinare (era già biologico prima che si inventasse il termine)

Solo 5 botti di Rossese e 3 botti di Vermentino custodite nella sua cantina, un garage nel paese di Dolceacqua dove ha vinificato ed imbottigliato il proprio vino per più di mezzo secolo senza mai cambiare un gesto. 

Un uomo autentico e fiero, il più grande interprete del Rossese e del Vermentino che cresce nella riviera di Pontente.

In degustazione :

  • Vermentino 2018
  • Vermentino 2016
  • Rossese di Dolceacqua 2018
  • Rossese di Dolceacqua 2015 
  • Rossese di Dolceacqua 2014

Un piattino di salumi e formaggi per accompagnare la degustazione

Il costo della serata è 25€

I posti sono limitati e per prenotarsi è necessario inviare una e-mail all'indirizzo infoenotecanatistanchi.com con il nome ed il numero di telefono di ogni partecipante. LA prenotazione è da considerarsi impegnativa e quindi sarà necessario saldare la quota di iscrizione entro domenica 3 Novembre.

Vi aspettiamo alle 20.30!

 

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di EnotecaNatiStanchi.com. Ulteriori informazioni